Blog

11401540_933172796736336_6535620233494083278_n

Beach Major Porec: Menegatti-Orsi Toth chiudono al quinto posto

  |   Beach Volley

11401540_933172796736336_6535620233494083278_nNel Major di Porec (Croazia) si è chiuso al quinto posto il torneo delle azzurre Menegatti-Orsi Toth, costrette ad arrendersi nei quarti di finale alle canadesi Bansley-Pavan 2-1 (20-22, 21-19, 15-7). Le ragazze di Lissandro hanno iniziato bene il match, aggiudicandosi il primo set ai vantaggi. Buono è stato anche l’avvio del secondo parziale, ma le canadesi si sono prontamente riportate a contatto e dopo un lungo botta e riposta l’hanno spuntata 21-19. Nel tie-break Bansley-Pavan hanno sempre condotto il gioco, chiudendo l’incontro sul 15-9. Il quinto posto conclusivo consente a Menegatti-Orsi Toth di conquistare ulteriori punti importanti per il Ranking Mondiale. In precedenza le italiane avevano sconfitto le svizzere Zumkehr-Heidrich 2-0 (21-17, 21-17).

Si è chiuso con uno splendido podio il Major di Porec degli azzurri Alex Ranghieri e Adrian Carambula, terzi classificati nella tappa croata del World Tour. I ragazzi di Paulao hanno raggiunto questo grande risultato, grazie alla vittoria 2-1 (21-18, 18-21, 15-10) contro gli olandesi Nummerdor-Varenhorst. Un successo pienamente meritato da Alex e Adrian che ancora una volta hanno dato mostra di tutte le proprie qualità, come già evidenziato in tutto l’arco del torneo. Nella finalina Ranghieri-Carambula, scesi in campo solamente a distanza di un’ora dalla semifinale, hanno comandato il gioco nel primo set mentre nel secondo sono stati gli olandesi a dettare il ritmo. A netto favore degli italiani il tie-break che ben presto si è trasformato in un monologo azzurro. Per la coppia nata quest’anno si tratta del primo podio in carriera nel World Tour, traguardo arrivato dopo sole due tappe disputate. Un punto di partenza molto incoraggiante che lascia ben sperare per la continuazione della stagione di Ranghieri-Carambula, soprattutto in prospettiva della qualificazione olimpica ai giochi di Rio 2016.

Fipav